Categorie



venerdì 18 agosto 2017

JUVENTUS: IT'S TIME TO START!!

di Simona B.

Sabato 19 agosto 2017 inizia ufficialmente il campionato di Serie A 2017/18: a tagliare il nastro di partenza sarà proprio la Juventus che ospiterà all'Allianz Stadium di Torino il Cagliari alle ore 18.

Dopo il rodaggio estivo negli States  con l'International  Champions Cup non conclusasi nel migliore dei modi, la Vecchia Signora non si è fatta trovare pronta al primo appuntamento importante della stagione il 13 agosto a Roma contro la Lazio dove in palio vi era la Supercoppa Italiana persa per frutto di una disattenzione difensiva dopo aver recuperato il risultato dallo 0-2 al 2-2 nel giro di poco meno di mezz'ora dalla conclusione del match.

Ebbene sì, la squadra bianconera lascia indietro il primo trofeo da mettere in bacheca nella nuova stagione calcistica e questo fa' scalpore perché la definizione del vocabolo  JUVENTUS è semplicemente l'ARTE DI VINCERE, ma quest'anno più che mai la grande macchina zebrata ha gli ingranaggi da oliare: il terremoto di Cardiff ha lasciato delle macerie... i nuovi innesti Matuidi, Bernardeschi, De Sciglio, Douglas Costa devono ancora integrarsi, il buco lasciato in difesa da Bonucci è ancora da colmare  e la nuova numero 10 assegnata a Paulo Dybala deve essere ancora "confermata".

Ecco i probabili 11 che verranno schierati in campo domani per conquistare i primi tre punti del campionato:


Juventus (4-2-3-1): BuffonDe Sciglio, Rugani,Chiellini, Alex Sandro; KhediraPjanicDouglas CostaDybalaMandzukic; Higuain. 

È tempo di ricominciare a fare sul serio... #itstimetostart e come sempre FINO ALLA FINE!





sabato 12 agosto 2017

La stagione sta per ricominciare, tutto pronto per Juventus-Lazio


Premessa

A poche ore dalla sfida che assegnerà la Supercoppa italiana ecco a voi un nuovo articolo di questo Blog, io mi chiamo Simone Palumbo e sono l'autore degli articoli e l'inventore de Il Blog del Tifoso, oggi vi propongo un articolo in collaborazione con Riccardo Buono proprio sulla finale di domani.


L'attesa è finita, la stagione anche qui in Italia sta finalmente per ricominciare, dopo un giro in torno al mondo finalmente la Supercoppa ritorna a casa nostra, ritorna a Roma, la casa della Roma ma anche della Lazio avversaria degli uomini di Allegri domani, dopo un brutto pre-campionato la Juve inizia le sfide che contano, quelle da non fallire cosa che i bianconeri ci hanno abituato a non fare. "Bisogna ripartire da Cardiff, dobbiamo avere rabbia, ma una rabbia positiva non ansia" queste le parole di Massimiliano Allegri, che proprio ieri ha compiuto 50 anni, ebbene si, ripartire da Cardiff da dove il sogno è finto, lo stesso vale per la Lazio, che ha voglia di volare alto dopo il brutto finale della scorsa stagione con la sconfitta col Crotone ma soprattutto dopo quella finale persa in casa ad opera della Vecchia signora. Ma quella finale non è l'unico precedente che ha visto i biancocelesti sconfitti, infatti la Lazio ha perso, eccetto la gara di ritorno e la semifinale di andata contro la Roma, tutte le partire contro le Big lo scorso anno ma oltre al campionato si aggiunge la finale di Tim Cup 2014-2015 e proprio la Supercoppa della stagione successiva, l'ultima vittoria in questa competizione per i bianconeri che sono chiamati a riscattare la sconfitta pesantissima a Doha contro il Milan.


Un anno fa, o poco più, undici metri decisero di non far alzare al cielo la coppa che "diventa grande se la perdi ma piccola se la vinci" così definita almeno da Pep Guardiola. Sconfortati, e con la testa bassa, ma proprio guardando giù, si intravede il riflesso delle motivazioni per tornare a volare, perché senza ali, si è più leggeri anche della polvere.
E domenica, undici maglie bianconere, con una "piccola" grande modifica dietro le spalle di qualcuno che indosserà non solo un numero ma pagine di storia, si daranno battaglia per mettere in bacheca la Supercoppa Italiana, di fronte alla Lazio di Simone Inzaghi. Usciti sconfitti dal campo di Wembley contro il Tottenham, gli uomini di Allegri cercheranno di riconquistare il trofeo, il primo, eventualmente, della nuova stagione 2017/18. E dal canto suo, invece, la Lazio, con la situazione Keita ancora da risolvere (potrebbe finire proprio alla Juve), si presenta senza nulla da perdere, con un Simone Inzaghi ormai condottiero di un aquila che ha voglia solo di volare e portare nel cielo di Roma il trofeo: face to face con Dybala, Higuain e compagni, se sotto la Mole o ad accarezzare il Colosseo, chissà. Due nastri avvolgono la coppa, a 22 condottieri il compito di sfilacciare via il proprio per abbracciare totalmente il trofeo: al campo invece il compito di parlare, come sempre!

Ma ora parliamo concretamente di calcio, oltre alle ambizioni, oltre ai precedenti, andiamo a vedere le probabili formazioni.
Per la Juventus, Buffon trai pali, il capitano bianconero che in caso di vittoria diventerebbe il giocatore con più Supercoppe italiane nel Palmares, ben sette, superando proprio l'ex Lazio Stankovic. In difesa ballottaggio tra De Sciglio e Lichtsteiner e tra Barzagli, Rugani e Benatia, mentre sicuramente ci saranno Alex Sandro e Chiellini. Khedira e Pjanic in mediana, mentre Costa e Cuadrado sono in ballottaggio per la fascia sinistra, il neo numero 10 Dybala e Mandzukic completeranno il reparto assieme ad Higuain che ha voglia di riscatto dopo la mancata convocazione in Nazionale.
Per la Lazio, Strakosha, Wallace, De Vraj e Hoedt in difesa, sulle fascie Basta e Lulic, centrocampo con Savic, Leiva e Parolo, in attacco Keita e Immobile.

Se l'articolo vi è piaciuto leggetene altri, vi invito ad andare a visitare il Blog del Tifoso (spsportivo24ore.blogspot.it) dove lunedì troverete l'analisi della partita.

Di Simone Palumbo in collaborazione con Riccardo Buono.